Delizie del ponente, ecco i barbagiuai

454

Il consiglio gastronomico di Riviera Magazine per la giornata è di provare gli squisiti “barbagiuai”, un piatto tipico dell’estremo ponente e del Principato di Monaco, per altro recentemente celebrato da una sagra dedicata, che si è svolta a Camporosso, con un grande successo di pubblico.

Il curioso nome di questa ricetta tradizionale deriverebbe dal nome dialettale del suo inventore lo “zio Giovanni”: “Barba” starebbe per zio, mentre “Giuà” sarebbe la storpiatura di Giovanni. Come la maggior parte dei cibi tradizionali esistono diversi modi di prepararlo, ma noi faremo riferimento alla ricetta più comune e diffusa. Di seguito l’elenco degli ingredienti per una dosa da sei persone.

Ingredienti

1 kg di zucca gialla

400 g di ricotta

500 g di farina

3 uova

1 bicchiere di vino bianco

15° grammi di parmigiano o pecorino

Olio di oliva extravergine, sale, pepe, maggiorana

Preparazione

Cominciamo a lavorare partendo dal ripieno: puliamo la polpa della zucca e la tagliamo a dadini, per poi cuocerla al vapore per una decina di minuti. Quando i dadini avranno assunto la necessaria morbidezza li togliamo dalla pentola, li schiacciamo e li mescoliamo con il formaggio grattugiato, la ricotta, le uova, sale, pepe e un cucchiaio di maggiorana.  Amalgamiamo bene l’impasto, fino ad ottenere colore e consistenza omogenei. Di fondamentale riuscita per la ricetta è la preparazione della pasta, che deve avvenire rigorosamente a mano: disponi la farina sul tavolo, crea una cavità nel centro e comincia ad unire gradualmente, sempre impastando, acqua tiepida, sale e olio. La pasta va lavorata fino all’ottenimento di una massa omogenea e morbida, dopo di che si può iniziare a stenderla, tenendo presente che bisogna ottenere sfoglie molto sottili, di spessore massimo 2 o 3 millimetri. A questo punto siamo pronti per confezionare i barbagiuai ritagliando degli ovali di pasta che vengono riempiti con un cucchiaio di ripieno, chiusi e sigillati schiacciando i bordi con l’aiuto di una forchetta. Ora non rimane che immergere i barbagiuai uno ad uno nell’olio in temperatura e toglierli dal fuoco una volta dorati. Qualche minuto e potrete certamente apprezzare con soddisfazione il contrasto tra il dolce della zucca e il sapore salato del formaggio, per un’armonia che conquisterà a anche i palati più esigenti.