50 anni del Gruppo Speleologico imperiese: serata di proiezioni al Polo Universitario

399

Nella serata di giovedì 16 novembre il Cai di Imperia si appresta a festeggiare i “50 anni del Gruppo Speleologico”: soci, appassionati di montagne e curiosi sono invitati presso l’Aula Magna del Polo Universitario Imperiese alle 21.15 per una serata di proiezioni dedicata alle imprese, alle esplorazioni e alle scoperte del gruppo di speleologi imperiesi.

Nel 1967 Calandri e Gandolfo, seguiti da alcuni giovani, fondano con l’approvazione del presidente del Cai “Alpi Marittime”, l’avvocato Carlo “Lucio” Verda, il gruppo speleologico. E’ l’inizio della scoperta e dell’esplorazione del mondo sotterraneo delle Alpi Liguri: oggi sono oltre 700 le grotte scoperte, topografate e documentate solo nel Ponente Ligure.

Negli anni ’80 il G.S. Imperiese diventa uno dei gruppi speleologici più importanti al mondo, l’attività si allarga ad altre regioni, quindi ai Paesi intorno al Mediterraneo e successivamente a tutti i Continenti. Oggi sono 65 i Paesi del mondo in cui il Gruppo Speleologico Imperiese ha effettuato scoperte e documentazioni mentre sono oltre 3.000 le nuove grotte esplorate e topografate.

Uno sforzo e una passione enormi che purtroppo ha avuto momenti drammatici: la tragedia della Chiusetta (dicembre 1990) al Marguareis con 9 speleologi sepolti da una slavina. Questo e molto altro del misterioso mondo sotterraneo verrà proposto domani sera alle 21.15 presso il polo Universitario Imperiese.