Rimodernare con un occhio al passato: le tendenze della moda per la nuova stagione

925

Sono diversi i segnali che indicano come la nuova moda per autunno-inverno in fatto di vestiti e accessori, come spesso capita, ci riserva un forte ritorno ad alcuni elementi del passato, e in particolare dei decenni ’70, ’80, ’90. Ad essere influenzate maggiormente, soprattutto per i capi destinati ad un pubblico femminile, saranno le scelte cromatiche: se l’anno scorso la facevano da padrone tenui tinte pastello quest’anno vedremo un fiorire di toni accesi, quasi come se il leitmotiv della stagione fosse spiccare tra la folla e farsi notare. Anche le il confezionamento dei capi subirà una modificazione: scordiamoci le linee morbide che abbiamo visto lo scorso inverno, perché quest’anno a dominare saranno i tagli decisi, che insieme alle nuove tendenze cromatiche suggeriscono quasi un richiamo all’estetica tipica della pop art. Dal punto di vista dei materiali quest’anno sarà molto indossata la pelle, spesso impreziosita con lustrini, ma anche il denim, specialmente per i completi da donna.

Riciclare- A proposito di moda e riciclo abbiamo incontrato la consigliera di Confcommercio Imprese per l’Italia di Imperia Manuela Guasco, che insieme alla sua socia Flavia Bonaccorso gestisce Flauel, una sartoria e studio di graphic design in pieno centro ad Oneglia. “Le parole chiave per quest’anno sono rimodernare e refashion –spiega la Consigliera di Confcommercio-. Si tratta di aprire gli armadi per recuperare i vestiti degli anni passati e dargli una nuova vita: spesso nella moda si tende a rievocare e reinterpretare stili del passato piuttosto che inventare qualcosa di completamente nuovo, e quindi non ci dovrebbe essere niente di meglio che recuperare un capo che ormai non mettiamo più per adattarlo alle nuove tendenze, e magari anche agli anni che passano per chi lo deve indossare. Infatti anche questa è una parte del nostro lavoro, modificare vestiti esistenti per ammodernarli e renderli di nuovo fruibili e aggiornati alla moda: pensiamo ad esempio alle enormi spalline tipiche degli anni ’80, oggi sarebbero impensabili. Vestirsi richiamandosi al passato non significa riprodurre nostalgicamente il passato, ma rivisitarlo in maniera creativa, come nel mondo della moda succede spessissimo”. “Questa voglia di recuperare le cose che piacciono lasciate alle spalle- continua Flavia Bonaccorso- riguarda anche scarpe e accessori: c’è un grande ritorno delle scarpe a punta, con e senza tacco, magari rinnovate con l’applicazione di qualche borchia. Torna addirittura il marsupio in stile anni ’90, sia per gli uomini che per le donne”.