I colori dell’autunno e il borgo montano di Borniga

709

Questa prima parte di autunno ci ha regalato finora giornate soleggiate e temperature abbastanza miti. Certo la mancanza di pioggia sta rappresentando un serio problema. Ma perché non approfittarne per ammirare ancora un po’ i colori dei boschi?

Ad esempio in alta valle Argentina si aprono meravigliosi spettacoli di montagne ancora in parte verdi, ma qua e là accese dai rossi e dai gialli di aceri, sommacchi, ciliegi, faggi; per ammirare questi suggestivi paesaggi proponiamo una gita che può essere effettuata a piedi, come peraltro consigliamo di fare, ma anche in macchina.

Si percorre la valle Argentina fino a Triora, seguendo il tracciato della strada provinciale 548; subito prima dell’ingresso nel paese vero e proprio si gira a sinistra in direzione di Loreto, dove si può vedere l’ardito ponte, da cui anni fa si lanciavano i praticanti di bungee jumping. Dopo aver gettato uno sguardo nel vuoto che si apre sotto la struttura di cemento, si riprende la macchina e si prosegue, tenendo la destra, verso Creppo e poi Realdo.

Si arriva così in piena terra brigasca; infatti insieme a Verdeggia, altra frazione di Triora, Realdo (Rêaud in parlata brigasca) appartiene a quella comunità linguistica e territoriale che, dopo la seconda guerra mondiale, è stata smembrata e divisa tra Francia (Briga), Piemonte (Piaggia, Upega, Carnino, Viozene) e Liguria.

Giunti a Realdo, arroccato su una falesia, si può continuare per alcuni chilometri, sempre su strada asfaltata, fino a Borniga (Burnighe), un piccolo, delizioso agglomerato di case in pietra che si affaccia sulla valle; consigliamo a questo punto di abbandonare la macchina e godersi il resto dell’itinerario facendo una facile e tranquilla passeggiata immersi nei colori dell’autunno. Diverse abitazioni del borgo montano sono state restaurate, ma sono utilizzate solo nel periodo estivo.

Da Borniga la strada prosegue per qualche chilometro e poi si congiunge con lo sterrato che porta alla Bassa di Sanson, sull’Alta Via dei Monti Liguri.